Casa Piazza

Edificio storico

comune: Colle Santa Lucia
indirizzo: Via Villagrande
Coordinate: 46.446768, 12.015235

www.collesantalucia.eu


La Casa Piazza si trova nel centro storico di Colle Santa Lucia, a destra della strada che conduce alla chiesa parrocchiale. Il corpo originale della struttura, dove si trova collocato anche lo stemma nobiliare, viene fatto risalire alla seconda metà del ‘500; la nuova ala costruita verso ovest è invece di fattura seicentesca. Il lato nord della struttura, che si affaccia sulla strada che sale verso la chiesa, è sicuramente quello che nel corso dei secoli ha subito maggiori rimaneggiamenti. Quasi tutte le finestre presenti sulla facciata presentavano delle inferriate in ferro, rimosse in epoche successive. L’ingresso originario, posto sul lato nord del corpo cinquecentesco, è ora sostituito da un terrazzo. I corridoi interni mostrano volte a crociera e la tipologia delle stanze a stube è presente in diverse sale ancora rivestite con il legno originale. La facciata meglio conservata è quella sud, dove è possibile osservare una meridiana realizzata tra XVI e XVII secolo e la divisione tra il corpo cinquecentesco e quello seicentesco. Caratteristico è il sottopassaggio costruito nella parte più recente dell’edificio per consentire il collegamento tra la zona abitata e quella sottostante dei campi e dei prati. Ai lati del sottopasso voltato sono presenti dei portoni in ferro che danno accesso alle cantine della struttura. Caratteristici, su tutti gli angoli dell’abitazione, sono i conci d’angolo posti alternati, quadrati e rettangolari, disegnati a fresco con tratto nero. In alcuni particolari costruttivi (inferriate apribili, forma delle finestre) l’edificio è simile alla vicina casa Chizzali- Bonfadini, meglio conosciuta come Cesa de Jan.

L’edificio, di proprietà privata, ha una storia molto interessante, non solo perché a livello architettonico rivela rimaneggiamenti avvenuti in diverse epoche, ma anche perché è stato abitato da una delle famiglie più antiche e in vista del paese. A partire dal XVII secolo i nobili Piazza furono fattori delle miniere del Fursil per conto del principe vescovo di Bressanone ed in seguito anche capitani della Bacchetta (distretto) di Livinallongo. Verso il 1650 la casa viene adibita a deposito per il minerale ferroso del Fursil e negli stessi anni la famiglia viene investita anche del feudo di Piccolino in Val Badia dove, qualche anno dopo, sarebbe sorto un importante forno per la lavorazione del ferro proveniente dal Fursil.

AUTORE
Giulia Tasser